Venture Capital in Italia: come agiscono i principali fondi

Gli innovatori spesso e volentieri non riescono a trasformare le loro idee in realtà perché non hanno sufficienti risorse economiche. Gli Angel Investors non sono gli unici a finanziare le startup. Il Venture Capital permette a molte startup di ottenere dei finanziamenti e trasformare in realtà i loro progetti.

By
Flavio Leone
on
August 11, 2020
Category:
Venture Capital

Gli innovatori spesso e volentieri non riescono a trasformare le loro idee in realtà perché non hanno sufficienti risorse economiche. Gli Angel Investors  non sono gli unici a finanziare le startup. Il Venture Capital in Italia permette a molte startup di ottenere dei finanziamenti e trasformare in realtà i loro progetti.

Può essere considerato come una forma d'investimento ad alto rischio perché si rivolge a startup innovative. A differenza degli investimenti in imprese solide, questa tipologia è molto più rischiosa perché ci può essere un'alta percentuale di fallimento della startup.

Cos'è il Venture Capital in Italia?

Il Venture Capital in Italia, detto anche Capitale di Ventura, non è altro che un fondo d'investimento ad alto rischio perché è rivolto a startup innovative. Le startup che falliscono sono circa 3 su 4, quindi perché questi Venture Capital in Italia investono in questo ambito?

L'exit che ottengono questi fondi quando una startup ha successo permette loro di ricoprire il capitale perduto nelle imprese fallite e di avere un buonissimo margine.

Differenze fra Venture Capital e Angel Investors

I business Angels (link capitolo precedente) effettuano degli investimenti ridotti e intervengono generalmente nella fase iniziale quella di pre-seed o seed. Sono investitori privati che non solo finanziano delle startup con il loro capitale ma mettono anche a disposizione le loro competenze, la loro esperienza e il loro network. In genere sono investitori che credono molto nell'idea. L'investimento vanno dai 10.000€ ai 500.000€, la maggior parte sono intorno ai 100.000€, quindi sono ridotti rispetto a quelli di un Venture Capital in Italia.

I Venture Capital in Italia infatti sono fondi di investimento che generalmente intervengono in fasi successive con maggiori investimenti, dagli 1 ai 4 milioni in media. Intervengono nella fase di startup quando l'impresa è già lanciata sul mercato ed ha iniziato a fatturare, oppure anche quando la startup ha raggiunto il suo break-even point.

Caratteristiche:

I business Angels investono il loro capitale personale in start-up, mentre i Venture Capital una volta costituiti raccolgono capitali che derivano nella maggior parte dei casi da:

  • Fondi istituzionali (fondazioni bancarie);
  • Enti previdenziali;
  • Assicurazioni;
  • Banche;
  • Enti pubblici territoriali

Quando il Venture Capital decide di effettuare un investimento in una start-up ottiene una partecipazione societaria di minoranza che oscilla dal 20% al 49%, in genere a seconda dei casi e dell'investimento. L'obiettivo dei Venture Capital in Italia è ottenere un guadagno nel medio-lungo periodo dalla vendita della loro partecipazione societaria, nell'operazione cosiddetta "exit". Il guadagno che ottengono i Venture Capital detto capital gain.

I Venture Capital non ottengono un guadagno da ogni investimento effettuato. Infatti per ottenere un capital gain ci deve essere un incremento del valore della partecipazione detenuta.

Come avviene anche per gli Angel Investors, i Venture Capital oltre ai loro capitali, forniscono anche esperienza professionale e il loro network. Richiedono però allo stesso tempo di partecipare alle decisioni strategiche della società. Per fare questo in genere richiedono l'inserimento di un membro del Venture Capital nel consiglio di amministrazione.

I Venture Capital  non intervengono nella gestione ordinaria della startup.

Limited partner (LP) e General Partner (GP)

Nei Venture Capital è opportuno fare una distinzione dei partners che sono presenti al loro interno.

Con Limited Partners si intendono tutti quegli investitori istituzionali come ad esempio holding, fondi sovrani, family office ecc...

Con General Partners si intendono invece tutte le persone fisiche che gestiscono il fondo e che quindi sono all'interno di esso. Può capitare che una persona fisica General Partner sia un privato molto abbiente ed investitore del fondo, quindi Limited Partner.

Qual è la forma giuridica dei Venture Capital?

I Venture Capital in Italia per essere autorizzati ad agire devono essere delle SGR, cioè società di gestione del risparmio.

Lista dei più grandi Venture Capital

L'Italia purtroppo è un paese ancora distante nella classifica dei primi fondi Venture Capital in Europa. In media ogni anno vengono investiti circa 200 milioni dai Venture Capital in Italia. Questo però non significa che ci potrà essere un aumento di investimenti nel futuro. Basta pensare che solo qualche anno fa la Francia viaggiava agli stessi ritmi italiani e adesso investono circa 3 miliardi l'anno.

Vediamo ora quali sono i più grandi fondi di Venture Capital in Italia.

Innogest: è suo il primo posto.

È sicuramente il più grande Venture Capital in Italia con base a Torino. A livello europeo però è solo 130esimo. Negli ultimi anni delle startup in cui ha investito hanno avuto dei buoni rendimenti, tra queste: Drexcode, Sardex, Prestiamoci.

P101

Questo fondo si piazza 273 nella classifica europea. Ha una fondazione recente, nel 2013. La disponibilità monetaria di questo fondo si aggira intorno ai 100 milioni.

United Ventures

Questo Venture Capital in Italia con sede a Milano si piazza al 327 posto della classifica Europea. Anche questo è stato fondato nel 2013 come il P101. Ci sono già diverse startup che hanno ricevuto un finanziamento da questo fondo, tra cui: MoneyFarm e Faceit.

Flavio Leone

Appassionato scrittore di economia e business. Abile narratore, vi aiuterà a districarvi nel mondo del business e del venture capital funding.