RESTO AL SUD

Categoria:
STARTUP

Informazioni Principali

Somma MAX elargita

200000

Requisiti

Età compresa tra i 18 ed i 45 anni

Spese Finanziabili

Età compresa tra i 18 ed i 45 anni

Luogo

Il Mezzogiorno e le città colpite dal sisma

Descrizione della Misura

Cosa è?

Resto al sud è l’incentivo pensato apposta per frenare il flusso migratorio che sta lentamente svuotando il Sud Italia. Povertà, carenze istituzionali, opportunità di lavoro inesistenti: secondo il rapporto Svimez negli ultimi 15 anni sono emigrate dal meridione circa 2milioni di persone. Si tratta per lo più giovani laureati, pronti a raggiungere non solo il Nord Italia ma anche a uscire fuori dai confini nazionali, con una perdita incalcolabile per il nostro Paese in termini di capitale umano ed economico.

Anzi, secondo gli esperti sono proprio i flussi migratori interni a rappresentare la vera emergenza meridionale, che negli ultimi anni si è via via allargata anche al resto del Paese. Non solo, un altro dato preoccupante è che sono sempre di più i meridionali che scelgono di andare via piuttosto che gli stranieri immigrati regolari che scelgono di vivere nel Sud Italia.  

Il 2020 poi rischia di dare il colpo di grazia a una terra già disgraziata: è sempre la Svimez a calcolare che il calo dell’occupazione nel 2020 dovrebbe attestarsi intorno al 3,5% nel Centro-Nord (circa 600mila occupati) ed intorno al 6% nel Mezzogiorno (circa 380mila occupati): per il Mezzogiorno si tratta di un impatto che per intensità è paragonabile a quello subito nel quinquennio 2009-2013.

Bisogna essere dei pazzi o dei sognatori per decidere di restare al Sud? Forse sì. È pur vero, però, che lo Stato italiano ha introdotto una serie di incentivi e agevolazioni rivolti a tutte quelle imprese e start-up che decidono di investire nel Mezzogiorno. Uno di questi è Resto al Sud, l’incentivo che sostiene la nascita di attività imprenditoriali nelle 8 regioni del Sud e nelle regioni del Centro-Italia colpite dai terremoti del 2016-2017. Ma in cosa consiste?

A chi si rivolge?

Resto al Sud è l’incentivo destinato a finanziare tutte quelle attività produttive nei settori industriali, artigianali, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca, acquacoltura, fornitura di servizi a imprese e persone, turismo, attività libero professionale. Escludendo però le attività agricole e il commercio. Le agevolazioni sono rivolte a persone di età compresa tra i 18 e i 45 anni, che rispondano ai seguenti requisiti:

  • - Al momento della presentazione della domanda devono risiedere nelle 8 Regioni del Mezzogiorno o nei 116 Comuni compresi nell’area del cratere sismico (Lazio, Marche, Umbria). È ammesso anche un trasferimento di residenza, l’importante è che avvenga entro 60 giorni dall’esito positivo dell’istruttoria, 120 giorni in caso di residenza estera;
  • - Non devono essere titolari di altre attività d’impresa in esercizio alla data del 21/06/2017;
  • - Non devono aver ricevuto altre agevolazioni nazionali negli ultimi tre anni;
  • - Non hanno un lavoro a tempo indeterminato e si impegnano a non averlo per tutta la durata del finanziamento.

Possono richiedere l’incentivo le imprese costituite dopo il 21/06/2017 o le imprese che si stanno costituendo, fermo restando che la costituzione deve avvenire entro 60 giorni (120 in caso di residenza estera) dall’esito positivo dell’istruttoria.

Quanto eroga

L’incentivo copre fino al 100% delle spese, con un finanziamento massimo di 50.000 euro per ogni richiedente. Nel caso di società composte da quattro soci, il finanziamento può salire fino a 200.000 euro. In caso di attività individuale, invece, il finanziamento massimo è stato elevato a 60.000 euro, per le domande presentate dopo il 19 luglio 2020.

Sul sito di Invitalia si legge che: a supporto del fabbisogno di circolante, è previsto un ulteriore contributo a fondo perduto, così ripartito:

  • - 15.000 euro per le ditte individuali e le attività professionali svolte in forma individuale
  • - fino a un massimo di 40.000 euro per le società

Il contributo viene erogato al completamento del programma di spesa, contestualmente al saldo dei contributi concessi. I fondi disponibili ammontano a 1 miliardo e 250 milioni di euro e non ci sono bandi, scadenze o graduatorie perché le domande vengono valutate in base all’ordine cronologico di arrivo.

Spese Ammissibili

Con Resto al Sud possono essere finanziate spese relative alla ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili per massimo il 30% del programma di spesa; macchinari, impianti e attrezzature nuove; programmi informatici e servizi per le tecnologie; spese di gestione per massimo il 20% del programma di spesa. Non sono invece ammesse spese di progettazione e promozionali, per le consulenze e per il personale dipendente. Per le domande presentate dopo il 19 luglio 2020.

L'agevolazione copre fino al 100% delle spese ammissibili, di cui 50% con contributi a fondo perduto e 50% di finanziamento bancario, i cui interessi sono tutti a carico di Invitalia.  

I numeri

Resto al Sud è una delle misure che negli anni ha avuto più successo tra startupper e imprenditori. Secondo i dati aggiornati al 31 luglio 2020 sono state circa:

  • - 5.992 le iniziative finanziate;
  • - 456 mln le agevolazioni concesse;
  • - 22.774 i posti di lavoro creati

Resto al sud, le novità del 2020

Il 2020 era iniziato già con una serie di novità, che sono state implementate dopo la pandemia e il lockdown. Innanzitutto, visto che la legge di Bilancio 2020 ha introdotto il regime transitorio in relazione all’estensione dei limiti di età, fino al 31 dicembre 2020 potrà presentare domanda anche chi possedeva il requisito dell’età (under 46) al 1 gennaio 2019. Dal 1 gennaio 2021, invece, il requisito d’età dovrà essere posseduto alla data di presentazione della domanda. Decadono invece i limiti d’età per i 24 Comuni del Cratere Sismico del Centro Italia che presentano una percentuale di edifici dichiarati inagibili superiore al 50%.


contattaci

Consulenti

Riccardo

Francesco

Andrea

Angelo

Domenico

Gabriele

Interessato a partecipare?

Lascia il tuo contatto per ricevere tutte le nformazioni necessarie

Ha valutato le altre misure a disposizione?

Abbiamo selezionato le migliori misure per Startup e Medie Imprese