SMART&START

Categoria:
STARTUP

Informazioni Principali

Somma MAX elargita

1500000

Requisiti

Progetto Innovativo

Spese Finanziabili

Progetto Innovativo

Luogo

Tutto Il Territorio Nazionale

Descrizione della Misura

Tecnologia, economia digitale e ricerca scientifica. Questi sono i criteri a cui devono rispondere le start-up italiane che vogliono beneficiare del finanziamento Smart&Start, proposto dal Ministero dello Sviluppo Economico e gestito da Invitalia. L’obiettivo è valorizzare la ricerca scientifica e aumentare l’uso della tecnologia per rendere le start-up competitive sul mercato, stimolando una nuova cultura imprenditoriale fondata sull’economia digitale.

Cos'è?

Smart&Start è una misura “a sportello”, il che significa che non ci sono graduatorie né scadenza: le domande di agevolazione vengono esaminate in base all’ordine cronologico di arrivo e vengono accettate fino ad esaurimento dei fondi. Entro 60 giorni i candidati riceveranno esito positivo o negativo.

L’agevolazione consiste in un mutuo a tasso zero della durata massima di 10 anni, del valore pari al 80% dell’investimento totale per la copertura dei costi di investimento e di gestione legati all’avvio del progetto proposto. Se la start up è formata interamente da donne o da giovani sotto i 35 anni raggiunge il 90% delle spese.

Un occhio di riguardo c’è anche per le start up con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, per le quali è previsto un contributo a fondo perduto pari al 20% del mutuo.

Per le startup costituite da meno di un anno, Smart&Start Italia mette a disposizione una serie di servizi di tutoraggio tecnico-gestionale nella fase di avvio del progetto, dalla pianificazione finanziaria, marketing, all’organizzazione.

Requisiti

Il 2020 non è iniziato con il piede giusto, ma la speranza che possa finire meglio è ancora forte. Così quest’anno Smart & Start si è evoluto nel segno della semplicità e del massimo profitto. Sono 7 le novità inserite nel programma:

  • Agevolazioni fino all’80% dell’investimento e fino al 90% per donne e under 36;
  • Fondo perduto al 30% per le imprese del Sud;
  • Fino a 10 anni di tempo per restituire il finanziamento;
  • Copertura del 20% sul capitale circolante per materie prime, merci e servizi;
  • Premialità per start up del Nord che investano al Sud

A chi si rivolge

Possono richiedere il finanziamento Smart & Start le start up innovative che operano sul territorio italiano, iscritte al Registro delle imprese. Le start up dovranno avere una serie di requisiti:

  • Devono essere costituite da non più di 60 mesi;
  • offrire prodotti o servizi innovativi ad alto contenuto tecnologico;
  • che abbiano un valore della produzione fino a 5 milioni di euro.

Non è detto che bisogni essere per forza una start-up: possono aderire al programma di agevolazione anche team di persone fisiche straniere o residenti all’estero che vogliano costituire una startup innovativa in Italia. Smart&Start Italia si rivolge anche alle imprese straniere che si impegnano a istituire almeno una sede sul territorio italiano.

Somma erogata

Come detto, sarà più facile ottenere il finanziamento Smart&Start se il progetto proporrà una business idea con forti caratteristiche tecnologiche e innovative o se sviluppa prodotti o servizi nel mondo dell’economia digitale. Le spese di investimento e i costi di gestione devono essere compresi tra 100 mila e 1,5 milioni di euro.

Casi di Successo

Startup di successo con Smart&Start

Amiko, La Startup Italiana che migliora la vita dei pazienti


contattaci

Consulenti

Riccardo

Francesco

Andrea

Angelo

Domenico

Gabriele

Interessato a partecipare?

Lascia il tuo contatto per ricevere tutte le nformazioni necessarie

Ha valutato le altre misure a disposizione?

Abbiamo selezionato le migliori misure per Startup e Medie Imprese